Cookin’ with Lizzie: Torta di mele e cannella


Ogni tanto capita che Cugina si ricordi di avere una parente che sa cucinare e che decida di comportarsi in maniera civile per ottenere un pasto o qualche dolce.

Ogni tanto capita che la sottoscritta si impietosisca, decidendo di accontentare lei ed il fratello, vuoi perché, improvvisamente, ricordano l’esistenza delle forme di cortesia tipo “ti prego”, vuoi perché è una vita che non cucino torte.

Il problema era la ricetta: chi l’ha mai fatta la torta di mele? Di sicuro non io ed il mio libro di cucina è scomparso circa due millenni fa, quindi, armata di buona pazienza -e di pochissimo tempo utile-, mi sono lanciata alla ricerca di una ricetta. Ne ho trovate tre convincenti e molto simili -di cui una pubblicata su Giallo Zafferano, sito che uso pochissimo e solo come spunto, perché le loro ricette non mi vengono MAI e, leggendo i commenti, capisco di essere l’unica cretina che non ci riesce ç_ç-, quindi le ho prese e ne ho fatto un mix.


 

Ingredienti

4 mele grandi -io ho usato delle mele verdissime trovate a random in casa e devo dire che sono ottime: non troppo dolci, un filino aspre, perfette-

2-3 uova

200 gr di zucchero -se, come me, la volete non troppo dolce, altrimenti fate 250/270 gr-

250 gr circa di farina 00

100 gr di burro fuso a bagnomaria

Succo di limone

150/200 ml di latte -a me l’impasto è venuto un po’ troppo liquido con 200 ml, che era la dose consigliata dalle ricette, quindi ho dovuto aggiungere della farina-

1 cucchiaino di lievito in polvere -io uso del lievito sfuso trovato dai cinesi, ma calcolate che ogni 500 gr di impasto dovreste aggiungere circa 15 gr di lievito, quindi direi che erano due bustine di lievito per dolci Pane degli Angeli o poco più-

Cannella in polvere -io ne ho messo un cucchiaino abbastanza abbondante, ma dipende anche da quanto è lì a far la muffa la spezia e quanto vi piace la cannella-

Sale

1 bacca di vaniglia

Buccia di limone grattugiata o essenza di limone


Tagliate in due un limone, poi spremetelo e mettetelo da parte. Se avete deciso di usare la buccia di limone, grattatela prima di spremerlo -e spero per voi che sia un limone non trattato-.

Sbucciate le mele e tagliatele in quattro spicchi ognuna e poi a fettine non troppo sottili. Non importa se, come me, siete dei cani nel tagliarle: non siamo a MasterChef e Bastianich non la lancerà nel cestino, questa è una torta casalinga, quindi non datevi troppa pena.

Unite le mele ed il succo di limone e mettetele da parte, poi mettete il burro a sciogliere a bagnomaria.

Mettete il latte in un pentolino, poi prendete la bacca di vaniglia, tagliatela a metà e togliete i semi, quindi metteteli nel latte, che poi metterete a scaldare fino ad ebollizione.

Mettete le uova in una ciotola, poi incorporate lo zucchero pian piano finché non otterrete un composto uniforme e senza grumi, quindi aggiungete il burro, l’essenza di limone o la buccia grattugiata e la cannella e mescolate, stando attenti a non lasciare che si formino grumi. A questo punto aggiungete il latte alla vaniglia, il sale, la farina -vi consiglio di setacciarla, prima, per evitare grumi- e il lievito e mescolate.

Quando il composto sarà omogeneo e privo di grumi, aggiungete le mele e mescolate.

Nel frattempo accendete il forno a 175-180° circa -dipende dal forno, se avete un catorcio come il mio, vi consiglio una temperatura un pelino più bassa e tempi di cottura più lunghi- e lasciatelo riscaldare; prendete una tortiera -22 o 25 cm di diametro, dipende sempre da come la volete- ed imburratela e infarinatela, poi versatevi il composto, cercando di far sì che le mele si dispongano in modo omogeneo.

Quando il forno sarà abbastanza caldo, infornate la torta e lasciatela cuocere per circa 45-60 minuti -come dicevo prima, dipende dal forno-, poi sfornatela e lasciate che si raffreddi un poco per poterla tirar fuori agevolmente dallo stampo.

Potete servirla ancora calda e accompagna da della cioccolata calda fatta in casa -prima o poi metterò la ricetta della mia- o del té o con un bel bicchiere di latte caldo per i bambini.

Una delle versioni della ricetta suggeriva di inserire anche un goccio di succo di mele filtrato… vi farò sapere come viene, ma, nel frattempo, buon appetito! 😛

140708-2316

La mia bellissima torta -poco lievitata, rispetto alle foto di Giallo Zafferano- con una tazza di Earl Grey.

 

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cucina e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...